Come Creare l’Effetto Finto Legno

Posted on by

Vernice in due toni di colore, un pennello e un piccolo arnese speciale sono tutto ciò che serve per creare l’effetto della venatura del legno. L’arnese speciale è formato da un manico di plastica attaccato a una base incurvata e dentellata. Quando lo strumento viene trascinato sullo strato di vernice fresca, produce il disegno della venatura.

Stendete una o due mani del colore di base sulla superficie da decorare, e lasciate asciugare. Quando il fondo è ben asciutto, stendete uno spesso strato del secondo colore. Se la superficie è ampia, aggiungete alla vernice dello smalto trasparente, per rallentare l’essiccamento e procedere come segue.

Appoggiate lo strumento per creare la venatura sullo strato di vernice fresca e trascinatelo, inclinandolo ogni tanto su un lato o sull’altro. Questo movimento produce l’effetto dei nodi del legno. Lavorate su fasce verticali fino a completare il disegno su tutta la superficie. Fate in modo che i nodi siano disposti in modo naturale.

Usate due tinte vivaci e contrastanti per ottenere un effetto insolito; oppure, due toni di marrone per un effetto realistico. Questo metodo, per realizzare l’effetto finto legno è, un bel trucco per trasformare una superficie di truciolare o di laminato in legno massiccio! Provate a usare anche colori vivaci.

Category: Guide

Come Costruire una Pila Elettrica

Posted on by

Una pila è costituita da un catodo (un polo positivo), un anodo (un polo negativo) e da un elettrolite (la parte chimica che sta in mezzo). Ci sono molti modi di combinare questi tre elementi e produrre elettricità, noi la realizzeremo utilizzando delle semplici monete che diventeranno il nostro anodo, assieme alla stagnola, che diventerà il nostro catodo.

Occorrente
10 monete da un euro
Carta stagnola
Carta assorbente
2 pezzi di filo di rame
Aceto di malto
Sale
Vaschetta
Nastro adesivo

Ritaglia la stagnola e la carta assorbente in piccoli dischi di diametro leggermente maggiore di quello delle monete, in modo che possano essere impilati uno sopra all’altro. La carta assorbente che ha anche lo scopo di evitare che le parti in metallo facciano contatto tra di loro, va impregnata di aceto.

Mescola allora l’aceto con un poco di sale nella vaschetta. L’aceto è composto da acido acetico, e tutti gli acidi possono essere usati come elettroliti. L’acido solforico, che si trova nelle batterie delle automobili, è troppo pericoloso: può bucare i vestiti ed ustionare la pelle, al contrario dell’aceto, che al massimo non farà avere un buon odore alle mani. Il sale comune ha il nome chimico di cloruro di sodio, una combinazione di ioni positivi e negativi (Na e Cl-), che si separano nell’elettrolite, aumentandone la potenza.

Imbevi i dischi di carta assorbente nell’elettrolite arricchito di ioni. Con il nastro adesivo attacca un capo del filo di rame, a cui avrai opportunamente tolto la guaina isolante, a uno dei dischi di stagnola: questo sarà il tuo polo negativo. Ora impila tutto in quest’ordine: stagnola, carta assorbente, moneta, stagnola, carta assorbente, moneta. Ogni gruppo di tre è in realtà una piccola batteria, ma per ottenere abbastanza energia da poter accendere anche solo la lucina del LED devi raggrupparne un certo numero (Come regola generale tieni presente che più è grande la batteria maggiore è la potenza che può erogare).

Tutti gli ioni positivi cominciano a muoversi verso un polo mentre tutti i poli negativi andranno verso l’altro…la batteria si sta caricando! Quando avrai impilato un pò di elementi (da qui il termine “pila”) puoi attaccare il secondo filo di rame alla moneta più alta: questo sarà il tuo polo positivo. Collegando i due fili ai piedini del LED lo accenderai, e con un pò di prove potrai accendere anche una piccola lampadina.

Category: Guide

Come Preparare Polpette di Melanzane

Posted on by

Ecco un’idea sfiziosa per cucinare le melanzane in maniera gustosa, insolita e soprattutto leggera.

Prendete un paio di grosse melanzane, sbucciatele, lavatele e tagliatele in grossi pezzi che metterete a sbollentare in acqua salata per circa dieci minuti, fino a che non si saranno ammorbidite.

Togliete le melanzane dall’acqua bollente, strizzatele e riponetele in una ciotola. Utilizzando un frullatore ad immersione, riducetele in crema.

Aggiungete alla crema di melanzane, un paio di spicchi d’aglio, tre acciughe sotto olio e una manciata di basilico, il tutto tritato il più finemente possibile. Aggiungete anche tre o quattro belle manciate di pecorino grattugiato e amalgamate il tutto.

Aggiungete due uova e qualche cucchiaio di pane grattugiato, quanto basta per rendere l’impasto compatto. A questo punto, formate delle polpettine che mettere su un foglio di carta forno.

A filo, versate dell’olio sopra le polpette, senza eccedere. Io non aggiungo sale, gli ingredienti sono già piuttosto saporiti.
Cuocere in forno per circa trenta minuti a 180 gradi.

Se si dispone di uno strumento come lo scaldavivande elettrico, le polpette possono essere portate al lavoro e consumate in pausa pranzo.

Category: Guide

Come Creare Molle a Morsetto per Mobili

Posted on by

Quando effettuiamo delle riparazioni sui nostri mobili, è indispensabile, per tenere saldi delle parti da incollare, listelli e sagome, avere a disposizione le molle a morsetto. Queste, purtroppo, non si trovano in commercio e quindi i falegnami o in questo caso noi, dobbiamo costruirli.

Prendiamo un vecchio materasso, divano o poltrona, e, facendo molta attenzione, cerchiamo di estrarre la molla a spirale dallo stesso. E’ importante sapere che bisogna utilizzare solo le molle a spirale di vecchio tipo, perché quelle moderne non sono sufficientemente elastiche e tendono a spezzarsi sotto trazione.

Appena tolta la molla a spirale, prendete una morsa e stringete la molla in modo da tenerla ferma. A questo punto, prendete un seghetto da acciaio- ferro e, con molta attenzione, segate i vari anelli componenti la spirale in modo da ricavarne tanti quanti sono quelli presenti nella nostra molla a spirale.

Infine, togliete la morsa e mettete tutti gli anelli ricavati a parte. Prendete adesso il nastro di carta adesiva e provvedete ad avvolgere uno per uno le estremità dei cerchi con una striscia di nastro. Questo serve ad evitare che, quando ammorsiamo il nostro listello, sagoma etc, le punte metalliche rovinino il legno.

Category: Guide

Come Costruire un Pannello di Sicurezza nella Porta

Posted on by

In questa guida vi spiego come costruire un pannello da installare sulla porta della camera dei bambini. Questo oggetto, infilato nella cornice della porta, troppo alto e pesante perchè un bambino lo possa sollevare, può evitare incidenti ed essere anche molto decorativo. Vediamo quindi i passaggi per realizzarlo.

Occorrente
Pannello
Montanti di metallo
Un manifesto
Vernice
Trapano, sega

Comincia a misurare perfettamente la larghezza dell’ apertura della porta. Detraine però circa 12 millimetri, per poter fissare i montanti di metallo. L’ altezza del pannello, per essere sicura, non deve essere mai inferiore ai 600 millimetri. Acquista un manifesto colorato con un bel disegno che piaccia ai vostri bambini, abbastanza grande per il pannello, che raffiguri elementi ritagliabili per creare un bordo decorativo.

Appoggia il manifesto sul pannello di legno, in posizione orizzontale, segnane bene il contorno con una matita e ritaglialo con cura, usando un coltello o delle forbici affilate. Serra il pannello di legno (che per essere ottimale dovrebbe avere uno spessore di 12 mm) in un morsetto e taglia tutto intorno con un seghetto alternativo o una sega a mano, facendo attenzione a non farti male alle mani.

Ora provvedi a smussare gli angoli inferiori. Leviga poi i bordi e le facce, quindi vernicia tutta la superficie del pannello. Incolla il manifesto a una faccia del legno e dai una seconda mano di vernice trasparente. Dopo che il tutto è asciugato, taglia due montanti di alluminio larghi e profondi 15 mm e alti quanto i lati del pannello. Fai tre buchi svasati per inserire le viti sul rovescio del montante, avvitali alla porta e infila il pannello nei montanti.

Category: Guide