Come Esplorare la Regione dei Laghi in Germania

Posted on by

Al termine dell’ultima era glaciale, i ghiacciai si ritirarono verso est attraverso la regione di Meclemburgo, tracciando conche lacustri e canali fluviali, trasportando sabbia e ciottoli. La regione dei laghi di Meclemburgo si estende dallo Schleswig-Holstein per tutto il Meclemburgo meridionale.

I laghi, collegati da fiumi e canali, sono il paradiso per chi è appassionato di navigazione. Barche a vela, motoscafi, kayak e canoe affollano i porticcioli. Le sponde orientali del lago Muritz sono oggi il Parco Nazionale di Muritz: ivi le barche non possono arrivare. Ti consiglio di esplorare il parco.

Qui, infatti, puoi ammirare foreste secolari inframmezzate da brughiere e praterie fiorite, dove brucano greggi sparuti di pecore e mucche. La fauna aviaria annovera varie specie in pericolo di estinzione; puoi osservare poiane, gru e cicogne, oltre a egrette e aquile di mare. Il modo migliore per fare conoscenza con questa regione è la barca.

Puoi approfittare di minicrociere in partenza da località come Waren, attraente antica cittadina al confine settentrionale del Muritzsee. Per un’esperienza più avventurosa, ti consiglio di noleggiare una canoa o un gommone e partire per un’escursione più lunga. Se apprezzi le escursioni di terra, puoi ancora noleggiare una bicicletta e girare attorno al lago Muritz-Rundweg.

Category: Uncategorized

Come Esplorare la Gran Canaria

Posted on by

Il turismo riveste una grande importanza per l’isola più popolata delle Canarie. Ciò si deve in parte ai suoi 50 km di spiagge, ma anche ai suoi paesaggi incredibilmente diversificati. L’entroterra è dominato da rilievi vulcanici, che rendono la costa settentrionale più umida, più nuvolosa e adatta alle piantagioni di banane.

Ti consiglio di esplorare il Parque Rural del Nublo, se sei un appassionato di escursioni in mezzo alla natura. Questo parco, sulle pendici del Pico de las Nieves (1949 metri), ospita il maggior numero di specie endemiche dell’arcipelago. Non perderti, inoltre, l’immensa spiaggia, lunga 8 km, sulla quale si affacciano tre località: San Agustìn, Playa del Inglés e Maspalomas.

Esse ti offrono molteplici attività e una vita notturna molto viva, ma l’attrazione principale sono le ondulate dune sabbiose e le oasi di palmizi di Maspalomas. Sulla costa occidentale incontri paesini più piccoli, come il pittoresco Puerto de Mogàn e l’appartata Playa de Guigui. Las Palmas de Gran Canaria, il capoluogo, sorge su una lingua di terra.

Visita poi il centro storico di Vegueta, dove puoi ammirare la cattedrale con i campanili gemelli e la costruzione rinascimentale della Casa de Colòn. Recati, inoltre, al Museo Canario, che ti offre l’opportunità di conoscere la cultura indigena dei Guanci. Il Centro de Arte Moderno presenta, infine, opere d’arte spagnola contemporanea.

Category: Guide

Cosa Vedere a Miami

Posted on by

Grazie al boom economico degli ultimi anni, la Florida vanta ora un tipico profilo americano. Il più caratteristico è certamente quello di Miami, con grattacieli magicamente illuminati di notte. Serpeggiante attraverso i palazzi su un binario sopraelevato, il silenzioso ed ecologico Metro Mover vale la pena di essere preso solo per la vista che offre sulla città.

Per prima cosa ti consiglio di recarti al l’Historical Museum of Southern Florida: il museo si affaccia sulla grande piazza che è il punto centrale del Miami-Dade Cultural Center. Visitando il museo avrai modo di apprendere molte cose sulla storia del sud della Florida grazie ai tanti oggetti e documenti in esposizione.

Vicino al museo, trovi il Gusman Center for Performing Arts dove ti sentirai come riportato indietro nel tempo, quando i cinema erano centri di divertimento gremiti di gente che vi si recava non solo per i film, ma anche per gli spettacoli dal vivo. Ammira il meraviglioso interno con il soffitto blu decorato da nuvole in movimento e stelle scintillanti.

Spostandoti verso nord, all’incrocio di Biscayne Boulevard e Northeast Sixth Street non puoi perdere la FreedomTower, che con il suo stile mediterraneo ricorda la Giralda di Siviglia. Non dimenticare di visitare la Rubell Family Collection: è diversa da ogni altra galleria in Florida, priva com’è dei formalismi presenti in molti musei. Le enormi stanze con soffitti altissimi ricreano l’atmosfera dello studio di un artista.

Category: Guide

Come Mettere Massa con Dieta

Posted on by

Molte palestre indicano degli allenamenti speciali per aumentare la propria massa muscolare, molte palestre hanno degli istruttori bravi e preparati che sanno consigliare il proprio cliente ma molte volte o non ascoltiamo i consigli o essi sono sbagliati e facciamo solo dei danni al nostro metabolismo.

Immaginiamo il nostro corpo umano come una macchina, per muoversi ha bisogno della benzina che sono i carboidrati, e poi per rimettersi in forma ha bisogno di olio e acqua.

Il suo olio rappresenta le nostre proteine e l’acqua sono le vitamine. L’unica differenza è il rapporto che cambia, per mettere su massa per prima cosa bisogna assumere più calorie di quelle che consumiamo giornalmente.

Ci sono due metodi per mettere su massa, uno veloce e rapido e l’altro un po’ più lento ma senza bisogno di definizione muscolare. La scelta sta a voi.

Partiamo dal presupposto che l’allenamento muscolare sia identico in tutte e due le scelte, un leggero riscaldamento aerobico di pochi minuti, una fase anaerobica con i pesi e le attrezzature ed esercizi mirati a specifiche fasce muscolari.

L’allenamento di solito finisce con una seduta aerobica di circa venti minuti, suggerisco alla fine della sessione una doccia e una sauna per spurgare il vostro corpo dalle tossine in circolo.

Ora passiamo all’alimentazione: dapprima voglio dividere gli alimenti in tre fasce: le proteine derivate dall’assunzione di uova, carne, pesce e determinati legumi.

I glucidi o carboidrati sono derivati dall’assunzione di zuccheri semplici e complessi consistenti nella pasta, nel pane nei farinacei nella frutta sotto forma di glucosio (molto meglio poiché il loro livello glicemico è basso) e verdura.

I lipidi derivanti da quasi tutti gli alimenti che contengono grasso (evitate di eliminarlo un uso moderato e minimo di grasso è importante per il vostro metabolismo). In ultimo le fibre, assumibili attraverso un uso abituale di frutta e verdure.

La prima situazione, nel caso in cui volete mettere su massa velocemente consiste nel cambiamento dello stile nutrizionale con l’assunzione di un massiccio numero di glucidi circa dieci grammi di carboidrati pari a circa 40 calorie per ogni chilo di massa corporea.

Calcolate bene il tutto, l’occorrente necessario (dai vari studi di settore di nutrizione e di fitness) indicano esattamente il numero 44 come calorie di carboidrati da assumere giornalmente accompagnato da più di due litri d’acqua e frutta e verdura.

In questo caso in poco tempo metterete su massa, aumenterete il vostro peso e non avrete il tempo per definirlo con l’allenamento in palestra.

Una volta aumentato il proprio peso occorrono degli allenamenti mirati alla definizione, aumentare le serie di allenamento e diminuire di conseguenza il peso degli attrezzi usati.
All’incirca con un aumento di dieci chili di massa corporea e la relativa definizione occorreranno pochi mesi con questo sistema, forse il vostro corpo non ne sarà molto contento.
Per valutare la percentuale di massa magra e di massa grassa è possibile utilizzare una bilancia impedenziometrica.

L’altro sistema, più lento ma consigliato consiste nell’aumentare la dose di proteine assunte giornalmente portandole a più di due grammi al giorno per ogni chilo di massa corporea.
Le migliori proteine derivano da carni bianche come il pollo, l’uova e il tonno, anche il resto delle tipologie di proteine devono essere assunte ma non di frequente come le prime descritte.

Controllate sempre le date di scadenza e andate dal vostro macellaio di fiducia per la scelta delle carni. Per un assunzione di così alte dosi di proteine occorre bere molta acqua per depurare i reni(almeno due litri). Si sa che un aumento delle proteine comporta uno sforzo maggiore per i reni.

Evitate sempre di assumere sostanze proteiche in polvere o integratori, la migliore base della vostra crescita sarà solamente una sana alimentazione. Assumete sempre grandi quantità di fibre, frutta e verdura.
La crescita muscolare sarà molto più lenta dell’altro sistema, ma a differenza dell’altro avrete il tempo di definire la muscolatura man mano la massa magra verrà messa su.

Il risultato estetico sarà tutta un’altra cosa, avrete leggermente meno forza durante gli allenamenti visto che il vostro corpo avrà meno carboidrati in corpo da trasformare in energia, aiutate il vostro organismo con delle piccole quantità di glucidi qualche ora prima dello sforzo fisico.
Come glucidi consiglio delle marmellate ipoglicemiche come quelle alle prugne o dei biscotti al miele, assumetene solo poche quantità, giusto per avere delle energie durante l’allenamento.

Con questi piccoli accorgimenti noterete subito dei grossi miglioramenti, non esitate mai di chiedere prima informazioni ad un nutrizionista qualificato, informatevi sempre se il vostro preparatore, il vostro allenatore o il vostro istruttore sia preparato.
Per qualsiasi cosa e prima di incominciare a mettere massa chiedete sempre il consiglio di un medico specialista, andate dal vostro di base e mettetelo a corrente sempre di tutto anche del vostro cambio di nutrizione per mettere massa.

Category: Guide

Come Eseguire ai Ferri il Punto Gabbiano

Posted on by

Questo punto che andrò a spiegarvi, nonostante sia di grande effetto, è relativamente semplice, quindi potete tranquillamente realizzarlo anche se non siete espertissime con i ferri da maglia. Il motivo è realizzato in due colori, che nella guida saranno distinti tramite la lettera A e B.

Per prima cosa tieni conto che il motivo deve essere realizzato su un numero di maglie multipo di 7 1. Inizia con il 1° ferro, che sarà il rovescio del tuo lavoro, usando il colore A e facendo 3 diritti, * 2 rovesci, 5 diritti *. Ripeti da * a * e termina con 2 rovesci e 3 diritti. I 3 diritti all’inizio e alla fine del ferro servono per agevolarti nella cucitura del capo.

Passa ora al 2° e al 5° ferro. Devi prendere il colore B (che ti consiglio di scegliere di un tono abbastanza contrastante rispetto al colore A), ed esegui 3 rovesci, * passa 2 maglie tenendo il filo sul davanti del lavoro, 5 rovesci, e ancora 2 maglie passate sempre tenendo il filo sul davanti del lavoro *. Ripeti da * a * e termina con 3 maglie diritte.

Infine passa ad eseguire il 6° ferro. Con la lana A, lavora * 1 diritto, passa 2 maglie tenendo il filo dietro al lavoro, lascia poi cadere la maglia passata con A sul davanti. Rimetti le 2 maglie sul ferro sinistro, quindi riprendi la maglia che precedentemente avevi lasciato cadere lavorandola a diritto. Esegui ancora 2 diritti, lascia cadere la maglia seguente, fai 2 diritti ed infine riprendi la maglia caduta lavorandola a diritto *. Ripeti da * a *. Esegui i 6 ferri per tutta la lunghezza desiderata del tuo capo.

Category: Guide