Come Conservare la Frutta

Posted on by

Per conservare al meglio la frutta la soluzione migliore è quella di ricorrere alla surgelazione, però esistono tanti altri modi per conservarla e poterla gustare fuori stagione

La frutta se congelata correttamente mantiene inalterato il suo colore, sapore e conserva tutte le vitamine oltre ai nutrimenti. Il processo di surgelazione richiede che la frutta sia fresca e sana.
Deve essere congelata molto velocemente. Quasi tutta la frutta si presta bene ad essere surgelata, teniamo conto che diverse qualità di frutta richiedono procedure differenti di surgelazione.
La cosa in comune è che la temperatura del freezer deve essere a -18°, per evitare che si formino nel freezer dei batteri. La frutta con la buccia ed il torsolo, prima di essere surgelata ,deve essere pelata e privata della parte centrale, quindi bagnata con del succo di limone per evitare che annerisca e perda colore. Prugne, pesche e albicocche devono essere surgelata in uno sciroppo di zucchero, preparato facendo bollire per cinque minuti 225 grammi di zucchero in 60 ml. Di acqua. Quindi si dovrà far raffreddare lo sciroppo e successivamente versarlo sopra alla frutta che verrà quindi surgelata.

Anche le composte di frutta possono essere surgelate, lo si potrà fare sia con composte crude che cotte, sigillandole in un sacchetto chiuso in modo ermetico. Si dovrà ricordare di lasciare un po’ di spazio nel sacchetto per permettere ai liquidi di espandersi. I sacchetti andranno quindi etichettati indicando il contenuto e la data di confezionamento. La frutta surgelata può essere usata senza scongelarla se si vuole preparare delle centrifughe utilizzando una centrifuga, mentre per ogni altro uso sarà meglio scongelarla. Un altro modo per conservare la frutta è quello di fare delle marmellate. La maggior parte di queste si fanno aggiungendo 500 grammi di zucchero ogni 500 grammi di frutta.
Alcuni frutti, se molto zuccherini, richiederanno una quantità inferiore. E’ il caso ad esempio delle pesche e delle albicocche.

Si può conservare la frutta anche usando il metodo della disidratazione. Questa tecnica consiste nel far essiccare molto lentamente la frutta. Per disidratare la frutta si può usare un disidratatore, ma se non lo si possiede, si può procedere in un altro modo, ad esempio per le mese, si eliminerà il torsolo e si taglierà le mele ad anelli. Quindi si metteranno in un recipiente contenente acqua e succo di limone per evitare che diventino nere. Quindi infilare gli anelli di mele su uno spago per cucina e appenderli nelle vicinanze di un camino aperto, dove le lascerete fino a quando saranno essiccate.
Se non avete il camino, si potrà usare il forno. In questo caso, appendere gli anelli di mela su una canna di bambù larga quanto il forno, oppure si possono mettere sulla griglia del forno.
Si dovranno lasciare nel forno per un’ora ad una temperatura di 50 gradi. Trascorso il tempo, si dovrà portare la temperatura a 60 gradi e lasciare le mele per un periodo tra le tre e le sei ore. Saranno pronte quanto avranno raggiunto la disidratazione totale, vale a dire non conterranno più acqua.

Si può conservare la frutta anche in alcool, come ad esempio le ciliege. In questo caso è sufficiente riempire un vaso, precedentemente sterilizzato, con delle ciliegie, che avrete pulito, lavato , asciugato e snocciolate. Quindi, coprire la frutta con dell’ottimo brandy. Chiudere bene il vaso e agitarlo una volta a settimana per tre mesi.
Trascorso il tempo, si potranno gustare. Anche le pere possono essere conservate sotto alcool. In questo caso si dovranno scegliere delle pere sane e mature al punto giusto.
Quindi,dopo averle lavate, pulite, tagliarle a metà e togliere il torsolo. Quindi immergerle in acqua bollente per due minuti e poi passarle in acqua fredda.
In una pentola antiaderente, mettere 300 grammi di zucchero non raffinato con un litro di acqua. Fate bollire il tutto per cinque minuti. Nel frattempo mettere le pere in un contenitore piuttosto ampio di vetro resistente al calore sterilizzato. Coprire la frutta con lo sciroppo facendo attenzione di ricoprire completamente la frutta. Chiudere il recipiente e sistemarli su un treppiedi di legno messo in una pentola di acqua bollente.
Cuocere per circa mezz’ora a fuoco lento. Quindi lasciar raffreddare il contenitore all’interno della pentola. Quindi estrarlo e sistemarlo in luogo fresco e buio.

Category: Guide